SIGNA mobPortraits

Il ritratto è da sempre un elemento forte nella rappresentazione artistica che mette alla prova la capacità di cogliere e fondere elementi fisici, spirituali e contestuali. Morosin innova questo ambito artistico con i suoi mobPortraits, grandi ritratti territoriali attraversabili. Alcune opere di questo genere, con estensione in piano che va da poche decine a migliaia di chilometri, sono: AUTORITRATTO, SIGNA ANGELINA, SIGNA LABIRINTO, SIGNA ZECHE, OBAMA mobPortrait e RAGAZZA DELLE FOGLIE.

I mobPortraits, sono arte per chi vuole qualcosa di mai visto prima.

SIGNA scia 18

ANGELINA MOBpORTRAIT SIGNA in volo

Morosin sta proponendo ritratti fruibili in mobilità che ha chiamato SIGNA“mobPortraits”. Dopo aver acquisito una serie di dati, crea dei tracciati geolocalizzati che fissano i caratteri somatici del committente a luoghi significanti scelti nell’intera estensione spaziale terrestre.

I ritratti mobPortraits si possono attraversare nelle modalità della realtà aumentata e vedere scorrere sullo schermo di un qualsiasi device con mobArt app in forma privata o pubblica, da casa o mentre li si attraversa in aereo, nave, treno, autovettura, a piedi o in video istallazioni in musei o luoghi di grande frequentazione.

Morosin può materializzare i suoi SIGNA su lastra inox, con tecnica di incisione elettrochimica basata sull’acqua marina o laser, dando una versione fisica a queste sue opere virtuali.

Signa ANGELINA mobPortrait su lastra inox , cm 25 x 7,5.

SIGNA ANGELINA mob-portrait- lastra inox 2

Il committente può acquisire il suo ritratto anche inciso su metallo prezioso. 

ANGELINA SIGNA tab 2

 A disposizione del collezionista anche gli studi su carta di ogni opera SIGNA.

“Dal paleolitico, il ritratto porta con sé la memoria umana attraverso la fisionomia di chi lo ha voluto. Intagliato sull’avorio, Venere di Brassempouy 25.000 anni fa. Sbalzato su lamina d’oro, Tutankhamon 3.350 anni fa. Dipinto all’olio su tavola, La Gioconda di Leonardo, 510 anni fa. Marilyn di Warhol, su carta, 57 anni fa.

Angelina è il grande ritratto site-specific di mia madre visibile in realtà aumentata, costruito con tracciati geolocalizzati sulla pianura di Venezia. Angelina mobPortrait, una tecnica mai vista prima che mostra la potenzialità del linguaggio SIGNA all'inizio del XXI.

 

studio SIGNA interplanetario -cartaceoTelevisione, web, social, ci portano a casa informazioni ed immagini. Non si sa più cosa è vero e cosa è falso. Il linguaggio SIGNA fonde realtà aumentata e mappatura, contrasta questo processo di falsificazione del rapporto fra fenomeno e luogo. E' la sua forza e ciò che rimane diventa vero”.